DOVE LA NATURA STUPISCE, SOPRA E “SOTTO” IL MARE, PALINURO

In pochi altri luoghi nel Mediterraneo, si potranno assaporare sensazioni ed emozioni così forti e palpabili, non solo “sopra” il mare, ma anche “sotto”. Capo Palinuro, lungo la Costiera del Cilento, in Campania, è uno dei promontori più belli e spettacolari che si possano immaginare, grazie alla sua straordinaria forma a pentadattilo, protesa nell’azzurro del Mar Tirreno, con scogliere rocciose alte oltre cinquanta metri, che nascondono labirintiche grotte sommerse. Frazione del Comune di Centola, insignita della prestigiosa Bandiera Blu 2009, Palinuro è una località balneare tra le più rinomate e apprezzate, grazie a ottimali e variegate strutture recettive e di svago, rappresentando anche uno dei poli speleomarini più frequentati e interessanti del bacino del Mediterraneo. Senza dimenticare che ci troviamo all’interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con la sua natura integra e i suoi tesori storici e artistici. 
L’abitato di Palinuro affonda le sue radici nella colonizzazione a opera di profughi della città greca di Focea, nell’Asia Minore, che intorno al 540 a.C. fondarono anche la non lontana città di Elea, che in seguito i romani avrebbero chiamato Velia. L’antica Palinuro non ebbe altrettanta fortuna, e pochi decenni dopo misteriosamente scomparve, lasciandoci in eredità numerosi reperti, conservati nell’Antiquarium della frazione. Ben più avvincenti, invece, le origini mitologiche, legate alla vicenda del giovane Palinuro, il nocchiero della flotta di Enea: tradito dal Dio del sonno Ipno, o Hypnos, egli cadde in mare, riuscendo però a raggiungere la riva proprio presso l’antico villaggio di Palinuro, dove anziché essere soccorso venne ucciso dagli abitanti. Gli dei dell’oltretomba, offesi dal sacrilegio, punirono quel borgo con una tremenda pestilenza, che sterminò i suoi crudeli cittadini.

Una storia affascinante, alla pari dello splendido ambiente naturale in cui è incastonata l’odierna Palinuro, appena a nord del promontorio, proteso nel mare per quasi due chilometri, con le sue ciclopiche “dita” rocciose, che regalano scorci paesaggistici indimenticabili.

Un soggiorno a Palinuro permetterà di apprezzare le sue belle spiagge sabbiose, alternate ad altre di ciottoli, a volte con fondali regolari e sicuri, adatti anche ai bambini, come la lunga spiaggia delle Saline. Arenili ben attrezzati, alternati ad altri del tutto naturali, raggiungibili solo in barca, come la spiaggetta del Buon Dormire. Altrettanto affascinante la spiaggia dell’Arco Naturale, con un incredibile arco di roccia, vero monumento della natura, che lascia immaginare ciò che si “nasconde” sotto il mare, ovvero oltre trenta grotte. Un sorta di universo sottomarino, vero paradiso per gli amanti delle immersioni, anche se in molti casi si richiede una buona esperienza: la famosa Grotta Azzurra, profonda fino a 33 metri; le due spettacolari Cattedrali, il cui nome dice tutto; la Grotta del Lago; la suggestiva Grotta delle Ossa, ricca di fossili, e altre ancora.

Infine, Palinuro è una delle ideali basi di partenza per visitare il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, la seconda più vasta area protetta d’Italia. Un ambiente prettamente appenninico, in gran parte integro, culminante nei 1898 metri del Monte Cervati, la vetta più alta della Campania. Vallate e crinali di grande bellezza, con estese foreste e sconfinati pascoli, dove occhieggiano grandi tesori d’arte, come la famosa Certosa di Padula, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Qui troverai tutte le informazioni turistiche, i contatti con gli uffici turistici di Palinuro, la guida di Palinuro, le manifestazioni e gli eventi a Palinuro e la lista completa degliAlberghi Palinuro. Visita questo sito e scopri tutti gli alberghi di Palinuro per cercare la soluzione che più si adatta a te. La città offre molto: pernotta a Palinuro in alberghi economici, scegli hotel tre stelle a Palinuro, oppure coccolati nei più rinomati hotel 4 stelle di Palinuro. Se invece vuoi scoprire l’Italia consulta l’elenco degli alberghi Italia.

Lascia un Commento