IL VOLTO GENTILE DELLE CINQUE TERRE, MONTEROSSO AL MARE

L’estremo borgo occidentale delle Cinque Terre offre al turista il volto più dolce di questo stupendo litorale, con la costa che si adagia e si ingentilisce, a formare un coreografico golfo, ornato di belle spiagge, ai piedi del promontorio di Punta Mesco. Un soggiorno nell’incanto di Monterosso al Mare permetterà di conoscere e apprezzare tutto il fascino del Parco Nazionale delle Cinque Terre – sicuramente uno dei luoghi più belli d’Italia – dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Una località da visitare tutto l’anno, anche grazie al clima particolarmente mite, dove trascorrere una vacanza in un’atmosfera unica al mondo.
L’abitato di Monterosso iniziò a prendere forma nell’XI secolo, fondato con tutta probabilità dagli abitanti di Albereto, in Val di Vara. Nel corso dei secoli, anche per difendersi dalle sanguinose incursioni dei pirati saraceni, il borgo venne potentemente fortificato, con una cinta muraria irta di ben tredici torri, alcune delle quali giunte fino a noi: le tre torri circolari del castello, la torre trasformata in campanile accanto alla chiesa di S. Giovanni Battista e la poderosa Torre Aurora, a picco sul mare. Ancora oggi, il nucleo storico di Monterosso appare tipicamente medievale, con il suo intreccio di vicoli e le sue piazzette, su cui si affacciano le inconfondibili e variopinte case-torri liguri. Numerosi i monumenti da visitare, tra cui i ruderi del castello e la citata chiesa di S. Giovanni Battista (XIII secolo), uno splendido esempio di gotico ligure. Senza dimenticare la piccola e romantica spiaggia, protetta da una scogliera.

Poche centinaia di metri a ovest dell’antico borgo, oltre il colle del castello, si stende la moderna e turistica frazione Fegina, con la sua bella spiaggia sabbiosa – la più estesa delle Cinque Terre – servita da alcuni stabilimenti balneari, con la possibilità di praticare i tipici sport legati al mare.

Monterosso rappresenta, inoltre, una delle ottimali basi di partenza per visitare il Parco Nazionale delle Cinque Terre. Pensando a un parco nazionale, in genere si immagina un territorio integro, incontaminato, dove la presenza dell’uomo è molto ridotta, se non nulla. In questo caso, invece, il concetto deve essere rovesciato: il parco esiste, e ha senso, grazie alla secolare presenza dell’uomo. In altri termini, senza il lavoro dell’uomo la costiera della Cinque Terre – alta e frastagliata, a picco sul mare, pressoché priva di tratti pianeggianti – sarebbe bella e affascinante come tante altre, mentre è stata proprio l’opera di generazioni di contadini a rendere questo luogo unico al mondo. Stiamo parlando dei terrazzamenti per la coltivazione della vite. Un lavoro titanico, che ha cambiato il volto della costa: una paziente sostituzione del manto boschivo originario con la coltivazione della vite in terrazzamenti, resa possibile dalla frantumazione della roccia e dalla realizzazione di muri a secco, per una lunghezza stimata di 6.720 chilometri!

Il litorale deve essere visitato rigorosamente a piedi, seguendo sentieri e mulattiere, spesso a strapiombo sul mare – come la famosa Via dell’Amore – toccando antichi santuari e suggestivi borghi, letteralmente sospesi tra mare e montagna, tra cui il santuario di Nostra Signora del Soviore, il più antico santuario mariano ligure, fondato con tutta probabilità nel VII secolo. Senza dimenticare, per gli appassionati delle immersioni, i bellissimi fondali, anch’essi tutelati nell’ambito del parco nazionale.

Qui troverai tutte le informazioni turistiche, i contatti con gli uffici turistici di Monterosso al Mare, la guida di Monterosso al Mare, le manifestazioni e gli eventi a Monterosso al Mare e la lista completa degli Alberghi Monterosso al Mare. Visita questo sito e scopri tutti gli alberghi di Monterosso al Mare per cercare la soluzione che più si adatta a te. La città offre molto: pernotta a Monterosso al Mare in alberghi economici, scegli hotel tre stelle a Monterosso al Mare, oppure coccolati nei più rinomati hotel 4 stelle diMonterosso al Mare.

Lascia un Commento