Namibia guida turistica

Namibia: consigli di viaggio

La Namibia è uno delle nazioni più recenti del continente africano. Fino al 1990 il territorio era ancora compreso nel confine della nazione del Sud Africa. Il suo nome prende ispirazione da Namib, deserto che ricopre quasi interamente la superficie di questo stato. Può essere, dunque, una perfetta meta turistica soprattutto per coloro i quali amano vivere immersi nella natura e in spazi incontaminati dalla presenza dell’uomo.

Namibia: bellezze naturali e sviluppo etico

La Namibia ha un paesaggio molto suggestivo dovuto alla presenza di un territorio arido come quello che caratterizza il deserto ma anche di località marittime. Infatti, questo meraviglioso stato è bagnato dall’Oceano Atlantico (costa Ovest dell’Africa). Nel continente africano la Namibia si colloca tra i primi posti per quanto riguarda l’economia e lo stile di vita. Questo è dovuto a più fattori, primo fra tutti l’assenza totale di guerre e conflitti tra le varie etnie che costituiscono il suo popolo.
Non si può non citare la corretta gestione delle risorse naturali anche in un’ ottica turistica. Nello specifico, uno dei settori più sviluppati dei questo territorio è l’estrazione dal sottosuolo di minerali e pietre preziose.
Essa, infatti, è fonte costante di ricchezza proprio perché si è creato un mercato che non va a sfruttare la forza lavoro della maggior parte degli abitanti e soprattutto quelli più poveri.
Questa attività arricchisce gran parte della popolazione creando posti di lavoro e generando un grande sviluppo socio-economico che innesca una reazione di benessere su tutta la popolazione.

Namibia: turismo selvaggio e parchi naturali

Un’altra risorsa fondamentale della Namibia è il turismo. Questa nazione è amata in particolar modo da coloro i quali adorano i luoghi ancora selvaggi e la natura incontaminata. Ci sono innumerevoli parchi naturali in cui, tramite visite guidate organizzare da diversi enti turistici, si potrà assaporare tutto il meglio che il continente nero ha da offrire, dalla caratteristica fauna alla flora.

Per quanto riguarda i periodi dell’anno in cui è consigliabile visitare questo incantevole paese bisogna dire che non esistono periodi migliori di altri.
La Namibia è infatti caratterizzata da un clima caldo e afoso per gran parte dell’anno. Tuttavia, è importante considerare che, come tutti i paesi sub-equatoriali, in alcuni periodi dell’anno si possono verificare fenomeni quali forti precipitazioni tipiche della cosiddetta stagione delle piogge che è compresa tra il mese di Novembre e il mese di Marzo.
Dunque, in questo specifico momento dell’anno, non si potrà godere a pieno del clima, delle spiagge e della natura tipica del territorio. Per questa ragione è opportuno recarsi in Namibia nel periodo che intercorre tra il mese di Maggio e il mese di Agosto ovvero il periodo invernale. Questo consentirà di evitare il clima torrido e afoso ma, allo stesso tempo, si potrà godere di un piacevolmente caldo asciutto e di serate fresche e notti stellate.

Namibia: cenni storici

La storia di questa nazione, essendo uno stato giovane, è piuttosto contenuta. Questa, infatti, è prettamente collegata a quella del Sud Africa.
I primi a scoprire il territorio furono i portoghesi con Bartolomeo Diaz nel lontano 1486,  successivamente fu colonizzato dal popolo tedesco nel 1800.
Nei secoli precedenti, infatti, la Namibia, era un luogo inesplorato. Per via della natura selvaggia che la caratterizza, essa, risultava difficile da superare e dunque da esplorare con i mezzi del tempo. Per questa ragione, essa rimase una provincia del Sud Africa fino al 1990, anno in cui ne fu dichiarata l’indipendenza.

Le mete da non perdere

I luoghi da non perdere in Namibia sono numerosi. Tra le aree naturali vi è il Parco nazionale d’Etosha che si estende per circa 23000 chilometri quadrati ed è caratterizzato da un’area protetta in cui si può ammirare un deserto costiero e molte specie animali come leoni, elefanti e rinoceronti.
Per quanto riguarda la parte oceanica è Skeleton Coast uno dei siti più incantevoli da visitare. Con i suoi panorami suggestivi, è il luogo ideale per chi ama tuffarsi in mare e fare lunghe nuotate. Tuttavia, chi opta per questa attività deve necessariamente prepararsi alla temperatura molto fredda dell’acqua la quale risente del passaggio delle correnti oceaniche.
Un’altra riserva naturale faunistica è Cape Cross, nella quale vivono in serenità lontano dagli attacchi dell’uomo, foche e otarie. In questa località si può anche soggiornare dormendo in un’apposita tenda situata nelle aree predisposte. Non sono ammesse alterazioni dell’ambiente poiché si vuole mantene il territorio privo di contaminazioni umane.

La Namibia è una meta ideale in cui tutti i tipi di viaggiatori potranno essere soddisfatti. Questo Stato, infatti, offre molteplici opportunità. Vi sono, infatti, agenzie che organizzano escursioni di ogni genere come il tipico safari nel deserto che permette scoprire di le specie animali tipiche di quelle zone. Durante questo genere di attività sono previste, inoltre, esperienze uniche come, ad esempio, dormire in tenda e mangiare pasti frugali tipici del posto.
Per chi ama il comfort, vi sono anche lussuosi resort in cui trascorrere una piacevole vacanza rilassante con la propria famiglia. Anche qui, i più avventurosi, potranno prendere parte a escursioni e visite organizzate da guide esperte.

Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze - Lugano - 1/4 Novembre 2018