CATTOLICA

All’epoca, cinque secoli fa, i turisti come li intendiamo oggi probabilmente neppure esistevano. Ma già allora, alla fine del ‘500, viandanti e pellegrini, nobili e mercanti, corrieri di posta e ambasciatori, ben conoscevano Cattolica, in una strategica posizione sulla Via Flaminia, al confine tra Romagna e Marche, con le sue non meno di venti locande. Tanto da meritarsi l’appellativo di “Contrada di taverne”, per una “vocazione turistica” che è veramente nel DNA di questo luogo, e della sua gente. Continua a leggere